Le Piazze di Firenze

Il cuore di Firenze è Piazza della Signoria e non soltanto per la sua posizione tra il Duomo e Ponte Vecchio e per la presenza di Palazzo Vecchio, ma anche per lo straordinario museo che ospita. Un museo unico, privo di mura e soffitti, nel quale camminare tra alcune delle statue più famose del mondo, seppure in alcuni casi sotto forma di copie al fine di preservare gli originali al riparo dalle intemperie.

La Giuditta e l'Oloferne ed il Marzocco di Donatello aprono il ciclo di statue attraverso le quali è anche possibile ripercorrere la storia di Firenze ed il fasti del Rinascimento. Il percorso continua con il David di Michelangelo, l'Ercole e Caco di Baccio Bandinelli, la statua equestre di Cosimo I del Gianbologna e la Fontana del Nettuno di Bartolomeo Ammanati, verso la Loggia dei Lanzi, nata per ospitare assemblee pubbliche e divenuta museo sotto Cosimo I che vi sistemò splendide opere d'arte in modo da renderle disponibili ai fiorentini.

Il Perseo con la testa di Medusa di Benvenuto Cellini è probabilmente la statua più celebre, affiancata dal Ratto delle Sabine e dall'Ercole e il Centauro, entrambe opere del Gianbologna, e nella Loggia dei Lani possiamo anche ammirare statue risalenti all'età romana tra le quali ricordiamo Patroclo e Menelao.

Un'altra piazza che vanta fama mondiale è Piazza del Duomo, uno scorcio straordinariamente suggestivo di Rinascimento con la Cattedrale di Santa Maria del Fiore, la Cupola del Brunelleschi ed il Campanile di Giotto, tanto per ricordare alcuni dei suoi tanti monumenti.
Anche Piazza Santa Maria Novella è dominata da una Chiesa, o per meglio dire da una delle Basiliche più famose, e lo stesso vale per Piazza Santa Trinità.

Diversa è la storia di Piazza de' Pitti nella quale è protagonista la reggia della famiglia Pitti, con i suoi musei e gli incantevoli giardini Boboli, mentre in Piazza Strozzi domina il palazzo della famiglia di mercanti più famosi della Firenze rinascimentale.

 

 

Mercatini di Natale